» Sei in: Danza orientale
 

La danza orientale, (in arabo raqs sharqi, رقص شرقي, danza dell'oriente, inteso come parte orientale del mondo arabo) indica il modo di ballare diffuso in Medio Oriente in tutte le occasioni, dalle feste informali, alle cerimonie e ricorrenze familiari, come i matrimoni, agli spettacoli. Praticata in molte varianti, a seconda della musica utilizzata e della provenienza regionale, si caratterizza per un uso gioioso e giocoso del corpo, e si caratterizza per i suoi dinamismi fluidi e sinuosi, particolarmente adatti al corpo femminile, ma praticati anche dagli uomini.

Se ne possono distinguere diversi stili, tra cui il Baladi, una danza del ventre da cabaret esclusivamente egiziana, ballata in particolare sul suono della fisarmonica, lo Sharqui (l'orientale), che è solitamente identificato con la Danza del ventre, e ilSa'idi, di provenienza della regione Sa'id, nella zona sud dell'Egitto. Quest'ultimo comprende il Tahtib, una danza di combattimento praticata con i bastoni, tipicamente maschile, e il Raks Al Assaya, una sua versione solistica stilizzata che viene praticata anche dalle donne, ed è diffusa come forma di danza da cabaret.

La danza orientale è una danza originaria del Medio-Oriente e dei paesi arabi, eseguita soprattutto, ma non esclusivamente, dalle donne. Tutti coloro che la praticano affermano che si tratta di una delle più antiche danze del mondo, ma in realtà nessun testo ce lo conferma, poiché non esistono descrizioni antiche di una simile forma di danza, e le pitture faraoniche sono molto vaghe nel definire le posture e le movenze delle danzatrici dell'epoca, delle quali risulta impossibile interpretare i gesti. Siccome i movimenti sono molto naturali e rispettano la conformazione fisica delle articolazioni umane, si può supporre che la sua origine sia davvero molto antica, ma non c'è modo di provarlo.[senza fonte]. In tutti i paesi arabi è conosciuta e riconosciuta come parte integrante della tradizione artistica e soprattutto dei momenti di divertimento e di festa. Benché sia originaria, come il nome stesso indica, dei Paesi del Medio-Oriente centralmente l' Egitto, ma ancheLibanoIrakTurchia, è conosciuta ed apprezzata anche nei paesi del Maghreb, l'occidente arabo (maghreb è il termine arabo che indica il luogo in cui il tramonta il sole), come TunisiaAlgeriaMarocco.

In senso stretto, il termine indica la danza classica orientale che si è sviluppata nelle corti principesche del Medio-Oriente ma non solo. In un senso più vasto, può indicare tutte le forme che si conoscono al giorno d'oggi.[senza fonte]

Durante la Campagna d'Egitto di Napoleone, i soldati francesi vennero a contatto con questa danza: provenendo da una società relativamente puritana, il movimento sinuoso dei corpi delle danzatrici veniva percepito come un potente afrodisiacoÈ da questo motivo, ancora oggi associato alla danza, che dipende il termine "danza del ventre".[senza fonte]